ALTRI SPORT - cefalusport.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

ALTRI SPORT

ALTRI SPORT
12/05/17. Scomparso Enzo Patinella, Presidente per tanti anni della Cephaledium
E' scomparso ieri sera Vincenzo Patinella,  uno dei personaggi più importanti dello sport cefaludese di qualche anno fa. Patinella, grande uomo di sport, diventò nel 1997 Presidente della Cephaledium, la più grossa squadra cittadina di calcio, e fu l'unico Presidente nella storia del calcio cefaludese che portò la squadra in "serie D" dopo aver vinto il campionato di Eccellenza nel 1999/2000. Nel 2000/01 il camp. Nazionale di Serie D fu una vetrina per la Cephaledium. Durante gli anni della sua presidenza a Cefalù arrivarono giocatori ed allenatori di grande spessore tecnico che diedero lustro alla squadra di calcio cittadino.
Restò alla guida della squadra fino alla stagione 2004/05 con la squadra sempre in Eccellenza.
Era un Presidente molto attivo e molto appassionato. Con gli allenatori aveva un rapporto difficile perchè esigeva sempre risultati positivi e quando i risultati non venivano, non esitava a sostituire l'allenatore. Nel 2003/04 (Eccellenza) cambiò ben 7 volte gli allenatori, in
sequenza Tripi, poi Golesano, Miranda, Compagno, Valenziano, Compagno e Pontillo. Anche nel 2004/05 li cambiò ben 5 volte: Totò Crivello, poi Tripi, Crivello, Valenziano, Crivello.
Malgrado ultimamente le sue condizioni di salute non fossero ottimali, spesso si vedeva Patinella nelle tribune del Santa Barbara a vedere le partite di calcio delle nuove squadre. Era troppo forte la sua passione per il calcio.
Alla moglie ed al figlio Salvatore le condoglianze di cefalusport

Dal nostro archivio un ricordo di Vincenzo Patinella con alcune foto che lo rappresentano ed alcune formazioni della Cepfaledium ai tempi della sua Presidenza: RICORDO DU VINCENZO PATINELLA


09/05/17. MARTEDI' 9 MAGGIO: IL GIRO D'ITALIA A CEFALU'. PARTENZA DAL LUNGOMARE
06/05/2017. Limitazioni traffico veicolare in occasione della tappa del “Giro d'Italia”, 9 maggio 2017.
Si informa che in occasione della partenza della IV tappa della 100^ edizione del GIRO D'ITALIA di ciclismo, saranno effettuate delle limitazioni del traffico veicolare, necessarie allo svolgimento in sicurezza della manifestazione, come di seguito indicato:
Lungomare “Giuseppe Giardina” - divieto di transito dalle ore 10,00 di lunedì 8 maggio, alle ore 18,00 di martedì 9 maggio;
Via Maestro Pintorno (dalla confluenza con Via Enrico Fermi alla confluenza con il Lungomare “Giardina” – divieto di transito dalle ore 8,00 alle ore 18,00 di martedì 9 maggio;
Via Vazzana – divieto di transito dalle ore 8,00 alle ore 18,00 di martedì 9 maggio;
Via di Porta Giudecca, Via Candeloro, Via Veterani, Via Vitt. Emanuele, Via Bagni Cicerone, Piazza Colombo - divieto di transito dalle ore 9,00 alle ore 13,00 di martedì 9 maggio;
Via Settentrionale Sicula (dal Bivio Santa Lucia alla Via Roma), Via Roma, Via Mazzini, Via Gibilmanna - divieto di transito dalle ore 8,00 alle ore 13,00 di martedì 9 maggio;
Via Gibilmanna ( dall'intersezione con Via Giubileo Magno e fino alla Via Mazzini) è istituito il divieto di accesso dalle ore 13,00 alle ore 18,00 di martedì 9 maggio, escluso i residenti.
Inoltre:
è istituito un parcheggio gratuito all'interno del campo sportivo “ Artigianelli”, dalle ore 18,00 di domenica 7 maggio, alle ore 18,00 del giorno 9 maggio, con divieto assoluto di entrata e/o uscita dei veicoli, dalle ore 9,00 alle ore 18,00 di martedì 9 maggio;
è istituito un parcheggio gratuito nell'area Protezione civile di Via dietro Castello (alle spalle dell'hotel “ Al Pescatore”);
dalle ore 9,00 alle ore 13,00 di martedì 9 maggio sarà sospeso il servizio di bus urbani.
Negli stessi orari sarà a disposizione una navetta elettrica gratuita.
IL GIRO D'ITALIA A CEFALU'.

22/04/17. Cefalu’, Running Sicily Coppa Conad, il marocchino Hajjy concede il bis
Il marocchino Mohammed Hajjy concede il bis della Maratona di Malta monopolizzando anche la tappa di Cefalu’ del Running Sicily 2017-Coppa Conad.
Dopo 6 giri del percorso ricavato nel centro storico della cittadina normanna per complessivi 9,960 Km., l’atleta nordafricano ha tagliato per primo il traguardo con il tempo record di 32.00 (prima della manifestazione giunta alla quarta edizione). A Piazza Duomo ha preceduto nell’ordine Vincenzo Agnello (37.00) e Salvatore Sessa (37.42). Tra le donne e’ stata Filippa Lascari ad aggiudicarsi la gara (4 giri per complessivi 6,640 Km.), valida quale terza prova del Running Sicily 2017-Coppa Conad (le precedenti si erano disputate a Malta il 5 marzo ed a Bagheria il 2 aprile scorso). Ha battuto nell’ordine Elena Dragotto e la statunitense Elizabeth Patridge. Con il successo di Cefalu’, Hajjy ha messo una seria ipoteca sul successo finale del Running Sicily 2017-Coppa Conad, manifestazione che culminera’ il 16 ottobre prossimo con l’Half Marathon di Palermo. “Quest’anno – ha detto Giovanni Anania, direttore marketing e rete di Conad Sicilia – abbiamo scelto di sponsorizzare l’intero circuito del Running Sicily, confermando la nostra disponibilita’ a sostenere un’iniziativa che avvicina al mondo della corsa sempre piu’ persone, anche giovanissimi, regalando una giornata di benessere e sana pratica sportiva. Conad e’ sempre piu’ attenta infatti allo stile di vita delle persone, per questo motivo cerchiamo di supportare tutte le manifestazioni sul territorio che siano portatrici, cosi’ come lo sport, di sani valori e di corretti stili di vita”.

21/04/17. Running Sicily: sabato la terza tappa a Cefalù
Dieci chilometri tra strade e monumenti normanni che fanno della terza tappa del Running Sicily 2017-Coppa Conad un appuntamento immancabile per atleti, amatori e ragazzi. Dopo Malta e Bagheria, sabato 22 aprile, nell’ormai tradizionale circuito cittadino di Cefalù, andrà in scena il terzo atto della manifestazione internazionale ideata da Nando Sorbello.

Foto di archivio
L’atleta da battere sarà il marocchino sarà il marocchino,  Mohammed Hajjy, vincitore quest’anno, tra l’altro, della Maratona di San Valentino a Terni e lo scorso 5 marzo della Maratona di Malta. “La gara di Cefalù è diventata un appuntamento fisso nel calendario del Running Sicily-Coppa Conad – ha sottolineato il direttore tecnico della manifestazione, Nando Sorbello – gli atleti si misureranno su un circuito affascinante ed impegnativo. Un circuito che sarà valido, oltre che per la classifica di tappa e finale del Running Sicily-Coppa Conad, anche (esclusivamente per gli amatori, ndr) quale campionato regionale dell’Ente di promozione sportiva, OPES”.
I primi a presentarsi alla partenza di Piazza Duomo saranno alle 16.15 le “Ragazze”, poi sarà la volta dei “Cadetti” (entrambe le gare fanno parte del calendario del campionato regionale FIDAL), quindi alle ore 18 il Sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina, darà il via alla gara sui 10 Km. di Senior ed Amatori. (6 giri del circuito, mentre le donne effettueranno 4 giri per complessivi km. 6,640).
“Crediamo nello sport quale ‘
strumento’ di promozione della salute e crediamo nello sport quale straordinario veicolo di promozione dell’immagine della nostra città – ha affermato il Sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina – sabato si rinnoverà un appuntamento diventato ormai tradizionale nel calendario del podismo internazionale. La terza tappa del Running Sicily 2017-Coppa Conad si inserisce in un fitto calendario di eventi che coinvolgeranno tutti coloro i quali amano arte, natura e sport”.
“A Cefalù – ha spiegato Sorbello – saranno premiati (a Piazza Duomo, ndr) i primi di ogni categoria, ma è comunque prevista la consegna di una medaglia da collezione a tutti coloro i quali porteranno a termine la gara entro il tempo massimo di un’ora e trenta minuti”. La tappa di Cefalù del Running Sicily-Coppa Conad è inserita nell’ambito del fitto programma di Earth Day 5.0 (22-25 aprile), iniziativa promossa, in occasione della 47^ Giornata Mondiale della Terra.

02/04/17. Running Sicily-Coppa Conad: Vincenzo Agnello e Simona Vassallo vincono la tappa
di Bagheria. Il 22 aprile si corre a Cefalù
La pioggia, caduta incessantemente per tutta la giornata, non ha rovinato la festa della 5° Edizione del “Trofeo del Mare – Bagheria Città delle Ville, andato in scena stamattina. Dieci chilometri con partenza dal cuore di Bagheria (corso Umberto I) per cinque giri da due chilometri. A vincere sotto la pioggia battente sono stati, Vincenzo Agnello (Casone Noceto) tra gli uomini e Simona Vassallo (Cus Palermo) tra le donne.
Buono, malgrado le condizioni meteo, il riscontro cronometrico per l’atleta di Misilmeri allenato da Tommaso Ticali che ha chiuso in 31’27. Alle sue spalle Alessio Terrasi (Parco Alpi Apuane) in 31’47; terzo Mohamed Idrissi (Sport Mega Hobby). Pochi problemi anche per Simona Vassallo, l’atleta di Altofonte, ha fatto registrare il tempo di 38’28, relegando al secondo posto una pur volenterosa Chiara Immesi (Universitas Palermo) staccata di poco più di un minuto e Annalisa Di Carlo (Sport Mega Hobby) terza in 40’43. Oltre 300 gli atleti che inzuppati hanno preso parte alla manifestazione, molti giunti anche da fuori provincia, Trapani, Messina, Siracusa, Catania e Ragusa, richiamati anche dalle bellezze di Bagheria che oggi, senza il maltempo, avrebbero avuto tutto un altro fascino. Ad aprire la kermesse odierna la passeggiata ludico motoria che più di ogni altra cosa ha patito le bizze del tempo. Erano infatti tanti i bambini attesi al via, ne sono partiti molti meno,ridimensionati nel numero ma non nell’entusiasmo. A dare il via alla camminata i piccoli tamburisti della scuola Ciro Scianna di Bagheria. Una passeggiata anche dal cuore solidale;i fondi raccolti dalle iscrizioni, infatti, saranno devoluti ai terremotati di Amatrice. A testimoniare il legame con Amatrice la presenza a Bagheria del vice sindaco della cittadina laziale Gianluca Carloni. Manifestazione che ha strizzato l’occhio anche alla giornata mondiale dell’autismo con la targa ricordo consegnata dall’Associazione Teacch House Onlus Bagheria al Gruppo Sportivo Himera Marathon per il suo impegno e l’opera di sensibilizzazione nei confronti della malattia.
La manifestazione, che rientra nel circuito Running Sicily-Coppa Conrad, è stata organizzata dalla Polisportiva Atletica Bagheria, in collaborazione con l’ASD Agex, Fidal Sicilia e il patrocinio del Comune di Bagheria.
“Il 5° Trofeo del Mare si è confermato un valore aggiunto per il Running Sicily-Coppa Conad – ha sottolineato il direttore tecnico del Running Sicily, Nando Sorbello – dopo le tappe di Malta e Bagheria, ci prepariamo adesso alla gara del 22 aprile a Cefalù inserita nell’ambito della quinta edizione di Earth Day. Ai nastri di partenza ci sarà pure il vincitore della Maratona di Malta, il marocchino, Mohammed Hajjy”.
“Il nostro impegno e la nostra responsabilità sociale – ha detto Natale Lia , Direttore Generale di Conad Sicilia – fanno si che vengano valorizzate le persone oltre le cose guardando ad un sano stile di vita e promuovendo una quotidiana attività fisica. E’ per questo che, tagliato il traguardo della prima tappa siciliana, la seconda dopo quella maltese, del Running Sicily con grande orgoglio e determinazione continuiamo a sostenere le eccellenze sportive siciliane a beneficio di tutta la collettività“.
“ La manifestazione ha confermato tutto quello che di buono aveva promesso – ha commentato Tommaso Ticali presidente dell’Atletica Bagheria – tanti gli atleti in gara giunti da ogni parte della Sicilia. La pioggia ha tenuto lontani molti bambini e genitori che si erano iscritti alla passeggiata, ma l’entusiasmo dei presenti ha permesso che la festa non fosse rovinata”. Festa siglata a distanza di chilometri anche dal secondo posto della bagherese Anna Incerti alla Milano Marathon che si è corsa oggi nel capoluogo lombardo.

05/03/17. Mezza Maratona della Concordia: vittorie di Bibi Hamad e Tatiana Betta. Molti
cefaludesi in gara.


20/02/17. Lucio Cimò si aggiudica il 1° Trofeo Podistico di Cefalù
Si è svolto domenica 19 febbraio sul lungomare di Cefalù il 1° Trofeo Podiostico città di Cefalù organizzato dalla Murialdo Cefalù, prova di Grand Prix Provinciale Fidal Palermo. La manifestazione ha avuto un grande successo di pubblico ma soprattutto di partecipanti.
Ha vinto la gara seniores (SM) Lucio Cimò della Società Universitas Palermo che ha percorso i 9,300 km col tempo di 30'41.832. Al secondo posto si è piazzato Fabrizio Vallone del Cus Palermo (30'58.472) con un ritardo di 16"639. Il podio è stato completato da Lorenzo Abbate dell'Universitas Palermo (32'36.221( con un ritardo di 1'54.388.
Il primo dei cefaludesi è stato Reanto Imbraguglio, 13° assoluto e 2° della Cat. SM35. Imbraguglio ha corso con o colori della Murialdo Cefalù ed ha tagliato il traguardo col tempo 34'04.967.
Per quanto riguarda le donne (SF) la vittoria è andata a Lorenza Chiara Immesi  col tempo di 37'21.611. Seconda Adriana Di Salvo e terza Serena Zeferino tutte della Universitas Palermo. Prima delle cefaludesi D'Anna Emilia classificata al 6° posto della categoria SF Nella cat. F55
buon piazzamento di Franca Polizzotto (Murialdo Cefalù) e Antonietta Luppino (Murialdo Cefalù), seconda e terza di categoria.
Inoltre pubblichiamo alcune foto tratte dalla pagina ufficiale dI SICILIA RUNNING


13/02/19. 1° Trofeo Podistico Città di Cefalù. Il programma (19 febbraio)
L’A.S.D. Murialdo Cefalù (presidente Padre Pasquale Pagliuso) con il patrocinio del Comune di Cefalù organizza il 1° Trofeo Podistico Città di Cefalù.
La manifestazione, valida come 1° Tappa del Grand Prix Provinciale, si svolge in collaborazione con le società consorziate A.S.Dil. Marathon Altofonte, A.S.Dil. Universitas Pa, A.S.D. Marathon Monreale, A.S.D. Trinacria Palermo, Good Race Team, ASD Palermo Running e con il supporto tecnico di Jogging Sport.
La manifestazione avrà luogo nel Lungomare di Cefalù il 19 febbraio 2017 secondo il seguente programma:
Ore 9:00 ritrovo dei partecipanti e ritiro pacco gara nello piazzale antistante l’hotel Riva del Sole.
Ore 9:30 Partenza Esordienti C - 300 metri
Ore 9:40 Partenza Esordienti B - 300 metri
Ore 9:50 Partenza Esordienti A - 600 metri
Ore 10:00 Partenza Ragazzi/e – 1.000 metri
Ore 10:15 Partenza Cadetti e allievi – 2.000 metri
Ore 10:30 Partenza Seniores - 9.000 metri
Ore 12:00 Cerimonia di Premiazione
Alla manifestazione possono partecipare tutte le società e gli atleti in regola con il tesseramento FIDAL per l’anno 2017, tutti i possessori di RunCard nonché i tesserati ad Enti di Promozione Sportiva riconosciuti dal CONI e convenzionati con la FIDAL.
Iscrizioni e quote: Le iscrizioni complete di cognome, nome, categoria, data di nascita, numero di tessera dovranno pervenire su carta intestata a firma del presidente della società entro le ore 20 di giovedì 16/02/2017 all’indirizzo di posta elettronica: infoaspeedpass.it.
Non si accetteranno esclusivamente iscrizioni la Domenica.
I possessori di RunCard e i tesserati con E.P.S. dovranno inoltrare la copia della tessera e la copia del Certificato Medico Agonistico per atletica
leggera;
certificati medici rilasciati per altri sport non verranno presi in considerazione.
La quota di iscrizione per gli atleti appartenenti alle categorie Senior è di € 8,00 da pagarsi al momento del ritiro dei pettorali da parte di un
responsabile della società di appartenenza.
Le iscrizioni per il settore giovanile, dovranno pervenire entro le ore 20:00 di giovedì 16/02/2017 al seguente indirizzo mail:
asdmurialdocefaluavirgilio.it.
Il contributo partecipativo per il settore giovanile è di 2 euro ad atleta.
Premiazioni: saranno premiati il Primi tre di categoria con coppe.
Modalità di pagamento: in contanti al ritiro del pettorale.
Contatti: per maggiori informazioni: Ignazio Gagliardo 348 2647593 - Jogging sport 0921922526 – Pietro Saia 320/3871310 – Sergio Musotto 339
1858538
E-mail: asdmurialdocefaluavirgilio.it
Sito Web: www.murialdocefalu.org - www.speedpass.it – siciliarunning.it
Percorso: La gara si svolgerà presso il lumgomare Giuseppe Giardina di Cefalù dove un giro completo è di 3,000 km da ripetere 3 volte con partenza e arrivo presso la rientranza del lungomare all’altezza dell’hotel Riva del Sole.

10/02/17. Il 19 febbraio la "ViviCefalù" gara di corsa nel centro cittadino
Al via il prossimo 19 febbraio da Cefalù, il 1° Circuito Grand Prix provinciale Palermo 2017. La manifestazione è organizzata dalle ASD Marathon Altofonte, Universitas Palermo, Marathon Monreale, GS Amatori Palermo, Trinacria Palermo, Murialdo Cefalù, Good Race Team e Palermo Running.
Dieci gli appuntamenti in un tour della provincia palermitana che non sarà solo sport ma anche cultura e turismo con il dichiarato obiettivo di promuovere e valorizzare i territori. I centri interessati sono, oltre Cefalù, Corleone, Chiusa Sclafani, Bisacquino, Campofiorito, Lascari, Giuliana, Castelbuono, Ventimiglia di Sicilia (Bompietro fungerà da riserva). Tutto pronto, si attendevano solo le date, eccole: abbiamo detto il 19 febbraio con il ViviCefalù ospitato dalla splendida cittadina normanna. Secondo appuntamento il 12 marzo a Corleone con “CorleoneCorre“.
Il 29 aprile e il 20 maggio si corre, nella giornata di sabato, rispettivamente a Chiusa Sclafani e Bisacquino. Il 28 maggio la gara di Campofiorito. Domenica 14 maggio il 1° Trofeo Comune di Lascari. A giugno, (esattamente giorno 11) si disputa il 1° Trofeo Città di Giuliana.
Due gli appuntamenti nel mese di luglio: il 16 a Castelbuono con Aspettando il Giro di Castelbuono, gustoso prologo dedicato ai Master dello storico Giro podistico Internazionale e il 30 luglio a Ventimiglia di Sicilia. Chiusura di circuito il 6 agosto a Scillato con il 1° Trofeo Città di Scillato.
E’ bene ricordare, sottolinea l’organizzazione, che il calendario potrebbero subire variazioni che verranno comunicate prontamente a tutti i partecipanti.
Tutti gli appuntamenti, inoltre, saranno seguiti dalla testata giornalistica on line siciliarunning.it che, oltre a promuovere l’evento nel suo “pre e post gara”, realizzerà ampi reportage fotografici, con le foto che saranno scaricabili liberamente dalla pagina FB di siciliarunning.
Scarica il REGOLAMENTO con INFO su punteggi e modalità di partecipazione (reg. anche nella sezione download – regolamenti del sito).
GRAND.PRIX PROVINCIALE_ok
Il calendario gare del 1° Grand Prix Provinciale Palermo 2017 è il seguente:
Data         Località        Manifestazione
19/02        Cefalù          Vivicefalù
12/03        Corleone        Corleone Corre
29/04 sabato Chiusa Sclafani 1° Trofeo Comune di Chiusa Sclafani
14/05        Lascari         1° Trofeo Comune di Lascari
20/05 sabato Bisacquino      1° Trofeo Comune di Bisacquino
28/05        Campofiorito    1° Trofeo Comune di Campofiorito
11/06        Giuliana        1° Trofeo Comune di Giuliana
16/07        Castelbuono     Aspettando il Giro di Castelbuono
30/07        Ventimiglia     1° Trofeo Comune di Ventimiglia di Sicilia
06/08        Scillato        1° Trofeo Comune di Scillato

04/01/17. AC GERACI: UN ANNO DALLA MORTE DI MISTER CAMMARATA
È trascorso un anno dalla prematura scomparsa di Giuseppe Cammarata, allenatore e calciatore dell’AC Geraci, amato e stimato. È stato un anno particolare per tutta la società, intenso, ricco di emozioni, un anno in cui mister Cammarata, pur non Essendoci fisicamente, non è mai stato così presente nel cuore di tutti. Cammarata era approdato al Geraci nel dicembre 2014, nel doppio ruolo di allenatore e calciatore, conducendo la squadra dalle ultime posizioni della classifica del campionato di seconda categoria, fino ai play off. Alla fine di quella stagione il mister era deciso ad interrompere l’esperienza calcistica con il club geracese ma, durante l’ultima partita del campionato, come lui stesso mi ha confidato durante la nostra prima intervista, qualcosa è cambiato. “I miei ragazzi e tutta la tifoseria mi hanno trasmesso un’energia che mi ha contagiato – dichiarava mister Cammarata – ed ho avuto modo di vedere quanto calore e quanto entusiasmo ci siano in tutta Geraci intorno a questo progetto calcistico.” Quel progetto calcistico che poi è diventato anche il suo e quello di tutti i “suoi ragazzi”, e che ha portato l’AC Geraci nel 2016, sotto la sua guida, a vincere il campionato e ad essere promossa in prima categoria.
Mister Cammarata ha saputo trasmettere ai suoi ragazzi tanti insegnamenti importanti. Il valore fondamentale dello spirito di gruppo, la mentalità vincente che deve caratterizzare una squadra senza farsi mai sopraffare dalla presunzione, l’importanza del sacrificio e dell’impegno. Sempre durante la nostra prima intervista Peppe mi disse una cosa che mi ha colpita molto: “Penso che sia molto importante essere delle brave persone prima di essere dei grandi calciatori. Il carattere di un uomo condiziona le sue prestazioni”. Ai tempi mi era sembrata una frase ad effetto, detta perché suonava bene in quel contesto. Ma con il tempo ho capito che in quello che diceva ci credeva veramente Giuseppe, ed era il motivo per cui aveva deciso di sposare l’AC Geraci e
di guidare quel gruppo di brave persone, la sua seconda famiglia come lui stesso l’ha definita.
La sua scomparsa è stato un duro colpo per tutti, è stata un pugno nello stomaco, un dolore che nessuno avrebbe mai pensato di provare, una ferita profonda dritta al cuore. Ed è stato proprio in quel momento che è accaduto il vero miracolo di Mister Cammarata. È stato in quel momento che dirigenti, calciatori e tifosi geracesi, hanno deciso di prendere quell’immenso dolore che stavano provando e trasformarlo in forza, in energia positiva, come avrebbe voluto il mister. Abbiamo assistito nell’ultimo anno alle imprese straordinarie di una squadra che, colpita al cuore, ha tirato fuori il carattere, la forza e gli insegnamenti ricevuti dal suo condottiero, e ha concluso vittoriosa, al primo posto in classifica, il campionato di prima categoria. Abbiamo visto in campo ad ogni incontro non 11 giocatori ma un esercito di cuori che battevano per una maglia.
La tifoseria geracese non ha mai abbandonato la sua squadra neanche in trasferta, tutti quanti, anche quelli che seguivano un po’ meno il calcio, hanno voluto dare il loro contributo alla realizzazione dell’ultimo desiderio che aveva espresso mister Cammarata ai suoi ragazzi: vincere il campionato da lui lasciato a metà. In campo e sugli spalti ogni partita è stata una nuova emozione, e ogni vittoria era dedicata a Peppe e condivisa con suo papà Angelo e con Federica, la
sorellina. Tutti come un’unica famiglia, in un unico abbraccio rivolto verso il cielo.
Questo è quello che lo sport può fare quando è vissuto con il cuore. Questo è quello che Giuseppe Cammarata ha insegnato a tutti noi, con la sua presenza prima e con la suo assenza poi. Negli annali del calcio madonita rimarrà indelebile la storia dell’AC Geraci e dei ragazzi di mister Cammarata che hanno compiuto grandi imprese.
Uno striscione fisso sul campo casalingo dell’AC Geraci dice “Peppe Vive”, e non sono soltanto parole. Peppe vive nel cuore di tutti, dei suoi ragazzi che hanno imparato anche grazie a lui a diventare uomini, dell’AC Geraci che ne ha raccolto l’eredità calcistica, e di tutti i geracesi che gli hanno voluto bene.
Grazie Mister! #6ForEverWithUs
FONTE: facebook AC Geraci

02/01/17. Ricordo di Giuseppe Cammarata.
Una messa in suffragio verrà celebrata giorno 4 Gennaio 2017 alle ore
16.30 nella Parrocchia Artigianelli di Cefalù nel 1° anniversario della sua scomparsa.

06/11/16. Giochi a Cavallo e Gran Galà Equestre al campo Artigianelli. FOTO e VIDEO
Organizzazione della Valdemone Pollina di Franco Ciolino, con la collaborazione di "Cerda Cavallo" e con il
patrocinio de "I Gattopardi Sicvila", del Comune di Cefalù e Fare Ambiente

30/10/16. Inaugurata la Palestra nella parrocchia Spirito Santo. FOTO
Dopo la celebrazione della Santa Messa il parroco Don Giuseppa Licciardi alle 11.30 in punto  ha annunciato a tutti i fedeli dell'inaugurazione del nuovo centro sportivo al coperto. La nuova palestra realizzata col supporto economico e finanziario tanto di imprese e attività commerciali quanto di singoli tra laici e religiosi è stata denominata "Giovanni Paolo II" in memoria del Papa sportivo.

Dopo il discorso inaugurale e la sua benedizione la struttura è subito stata messa a disposizione dei ragazzi. Punto forte della struttura è anche il laboratorio dei Talenti dove possono essere portate avanti attività parallele allo sport di svago, teatro, musica, danza e anche doposcuola.
Fonte: cefalusportevents  

25/10/16. Presentato a Milano il 100° Giro d’Italia. Da Cefalù una delle tappe più dure
Il ritorno del Giro d’Italia in Sicilia comincerà da Cefalù. Da qui l’8 maggio la carovana, reduce dalle tre tappe di avvio in Sardegna, prenderà la strada per l’Etna da dove prenderà il via la seconda tappa siciliana fino a Messina. Tutto quello che era stato anticipato è stato confermato alla presentazione dell’edizione del Giro numero cento che si è svolta al palazzo di Ghiaccio di Milano: una passerella per i campioni in carica e per quelli del passato che hanno ripercorso, stavolta idealmente, le storie e le leggende della più impegnativa corsa del mondo. Alla presentazione del Giro è intervenuto anche il sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina. La città vive una nuova emozione nel ricordo dell’ultima volta in cui il Giro è arrivato e ripartito da Cefalù. Era il 2008, l’anno della vittoria dello spagnolo Alberto Contador. La tappa di Cefalù era la seconda e si concludeva ad Agrigento. Se l’aggiudicò Riccardo Riccò.

Quella che partirà da Cefalù l’8 maggio sarà una tappa movimentata, lunga 180 chilometri e, secondo Vincenzo Nibali, abbastanza difficile. Il percorso prevede passaggi facili a Castel di Tusa, Santo Stefano di Camastra, Marina di Caronia, Acquedolci, quindi prenderà in salita la direzione di San Fratello sui Nebrodi, da dove partirà la scalata verso Portella Femmina Morta a quota 1524. Da qui comincerà un tratto in discesa che toccherà Cesarò, il bivio per Randazzo, Bronte, Passo Zingaro, Adrano, Biancavilla, Santa Maria di Licodia. Quindi altro salto verso Ragalna e lieve discesa per Nicolosi. E qui comincia una salita con una pendenza abbastanza accentuata fino al Rifugio Sapienza sull’Etna a quota 1892 metri sul livello del mare. Una faticaccia enorme lungo un percorso che Nibali conosce molto bene perché qui si allena ed è cresciuto. Nell’ultimo tratto l’assenza di vegetazione esporrà i corridori alle sollecitazioni del vento che a questi livelli è sempre sostenuto. Questa tappa, per le caratteristiche che presenta, sarà una prova decisiva. Si può dire che chi incontrerà difficoltà difficilmente potrà andare avanti.

E sarà un assaggio del carattere impegnativo di un Giro che si annuncia duro e selettivo. “Bisognerà essere – ha detto Nibali – pronti dall’inizio alla fine”. “Tutti avranno pane per i loro denti”, ha commentato Francesco Moser. “Troppe salite. Si chiede davvero troppo ai corridori”. Il Giro d'Italia numero 100 prenderà il via il 5 maggio 2017 da Alghero, con la prima di tre tappe in Sardegna, e sbarcherà sulla penisola dopo le due frazioni in Sicilia. Il 28 maggio l'arrivo conclusivo con la cronometro dall'autodromo di Monza al Duomo di Milano, dove sarà incoronata la maglia rosa, dopo 3.572,2 chilometri di corsa organizzata da Rcs Sport-La Gazzetta dello Sport. Sono in programma 6 tappe per velocisti, 6 di alta, 7 di media montagna e 2 a cronometro per complessivi 67,2 chilometri.

18/10/16. Podismo, Pitonzo mette tutti gli uomini alle spalle nella 100 km del tricolore
La farmacista toscana sorprende tutti vincendo, a Reggio Emilia, la 100 km del tricolore in 8 ore e 40 minuti rifilando
ben 3 minuti e 50 secondi al secondo classificato Luca Carbonelli
Si proprio vero, la toscana Cristina Pitonzo vince la 100 Km del Tricolore in quel di Reggio Emilia, un'ulteriore conferma che le donne non sono seconde a nessuno. Il fatto non è neppure la prima volta che avviene, ricordiamo che nel 2007 la trentina Monica Carlin, di professione avvocato, vinse la Maratona Prato-Boccadirio. Questa vittoria della Pitonzo è però ancora più incredibile perché la distanza della gara non è una semplice corsa ma bensì una 100 Km.
LA GARA — L’evento si è svolto sabato in quel di Reggio Emilia nell’ambito dell’Ultramaratona del Tricolore, manifestazione che racchiude in sé tante prove su distanze diverse compresa una 6 ore, ma la distanza più lunga tra quelle in programma è la 100 Km. Sul traguardo reggiano la prima a presentarsi è stata la toscana Cristina Pitonzo, classe 1974, tesserata per il G.S. Maiano, che ha chiuso la gara dopo 8 ore e 40 minuti rifilando ben 3 minuti e 50 secondi al secondo classificato Luca Carbonelli.
GRANDI RISULTATI — Un risultato che è anche la seconda miglior prestazione della Pitonzo, che nella vita è farmacista a Firenze e che di 100 km ne aveva già corse altre, vestendo la maglia azzurra in due occasioni: ai mondiali di Winschoten nel 2015, classificandosi 34a in 8.52’42”, e nel 2014 a Seregno 6a in 8.15’02” (suo primato personale sui 100 km, ndr.). Non si dimentica di certo anche la sua prima esperienza alla 100 Km del Passatore nel 2012, dove si classificò 53a in 9.18’07”. Nonostante la predilezione per i percorsi lunghi, Cristina Pitonzo non disdegna neppure le maratone dove vanta un 3.09’36” a Padova nel 2015.
FONTE: gazzetta.it
NdR Complimenti a Cristina Pitonzo che è una cefaludese doc. (ex giocatrice della Kefa Volley)

11/10/16. Ciclismo, il Giro d’Italia del centenario torna a Cefalù
A volte ritornano. E a Cefalù ritorna il Giro d’Italia che già aveva scelto la cittadina normanna per l’edizione del 2008
vinta da Contador con la seconda tappa Cefalù-Agrigento. Fu un grande successo. Sarà certamente ripetuto per l’edizione del centenario. In Sicilia sono previste due tappe, la quarta e la quinta. La quarta partirà da Cefalù e arriverà a Pedara, sull’Etna. La quinta partirà da Pedara e arriverà a Messina.
Quello che partirà da Cefalù sarà il percorso siciliano più impegnativo. È facile prevederlo anche se mancano ancora i dettagli della manifestazione: saranno dati a Milano il 25 ottobre in una conferenza alla quale parteciperà anche il sindaco Rosario Lapunzina.
Finora si sapeva che il Giro sarebbe partito dalla Sardegna il 5 maggio 2017 con tre tappe nell’isola. Poi la carovana si trasferirà in Sicilia e approderà a Cefalù. Da qui l'8 maggio partirà la tappa per l'Etna. Quella calabrese (11 maggio), che seguirà quella in arrivo a Messina, sarà unica.
Fonte: lavoceweb

17/08/16. Giro Podistico di Sant'Ambrogio. FOTO e VIDEO
 
Torna ai contenuti | Torna al menu