Motori 2017 - cefalusport.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Motori 2017

MOTORI
06/06/17. Esordio alla grande della Real Cefalù Scuderia Corse
Ottimo esordio per la neonata scuderia Real Cefalù Reparto Corse alla Salita del Santuario, la mitica Cefalù-Gibilmanna. In una Domenica un pò anomala rispetto alle precedenti edizioni, complici diverse coincidenze che hanno sicuramente penalizzato il comitato “Normanni”, organizzatore delle gara, i piloti del Reparto Corse del Real Cefalù hanno primeggiato nelle loro categorie, consentendo alla Scuderia di ottenere il secondo posto a soli sette secondi dalla prima.
Da evidenziare la straordinaria prestazione di Carmelo Buemi, che riuscendo a percorrere gli 11,8 km del percorso di gara con lo strepitoso tempo di 7’42.03 ottiene la sesta posizione Assoluta, oltre al primo di Classe e di Gruppo N.
Altro primo di Classe e di Gruppo RS per Giuseppe Esposito, che giovedì scorso durante il primo incontro tenuto tra molti appassionati è stato designato responsabile della Scuderia. Vincono le rispettive Classi Fabio Buemi in N1400 davanti a Giovanni Nicchi, Giovanni Maggio, all’esordio, in RS1600 e Salvatore Imbraguglio in A1150. Sfortunata la prova di Francesco D’Anna, che incappava in un testacoda all’inizio della prova perdendo diversi secondi per rimettersi in carreggiata e raggiungere ugualmente il traguardo ottenendo il primo posto di Classe e secondo di Gruppo E1ITA. Purtroppo un problema al motore il sabato non ha consentito a Cosimo Pirajno ad essere tra i partenti.
Nelle storiche brillante prestazione di Mauro Lombardo. Il Gentleman Driver unitosi negli ultimi giorni al gruppo con la comune voglia di portare in nome di Cefalù per le strade “cronometrate” di tutta Italia, ha ottenuto un rilevante nono posto assoluto. Una menzione a parte per un ritrovato ed animato pilota “amico” che siamo sicuri riusciremo a coinvolgere presto, il “Nonno Volante” Giovanni Serio, che con la sua Giulia GTA ottiene un primo di Classe e di Raggruppamento.
Agli ottimi risultati ottenuti in gara ora si spera di riuscire a far sempre più squadra e riportare il movimento motoristico Cefaludese unito e forte per affrontare nuovi traguardi. Obiettivo primario infatti sarà quello di dialogare, collaborare e fare squadra con le altre realtà già presenti, la Cefalù Corse e il comitato “Normanni”. Insieme, seppur ognuno con le loro attività, per dare “peso” ai tanti appassionati cefaludesi, praticanti o no di questo meraviglioso sport.
Fonte: cefaluweb.com

04/06/17. Cefalù-Gibilmanna, la cronoscalata del Santuario. La partenza dei prototipi.

04/06/17. Ciro Barbaccia vince la Cefalù - Gibilmanna 2017. Giancani con le moderne.
TUTTE LE FOTO

Ciro Barbaccia alla partenza

Gaspare Giancani alla partenza
Alla Cronoscalata del Santuario si è svolto il 5° Round di Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche e il 2° appuntamento di Campionato Siciliano Velocità Salita Autostoriche e moderne. La gara palermitana promossa dal Comitato “I Normanni “ di Cefalù, con l’organizzazione tecnica dell’Automobile Club Palermo ed il supporto della Regione Siciliana, si è corsa sugli 11,8 Km della Cefalù – Gibilmanna, che ha visto al via 80 concorrenti.
Miglior crono in assoluto per Ciro Barbaccia che al volante della Stenger BMW ha vinto il 4° Raggruppamento ed ha fermato il cronometro sul tempo di 7’00”94. Il driver e preparatore palermitano di Marineo si è messo in evidenza sin dalle prove, dopo alcune regolazioni di set up ha attaccato con successo in gara -“Sono molto emozionato per questa vittoria – ha commentato il portacolori dell’ASPAS – un ottimo lavoro sulla vettura che ha sempre girato al meglio. Dedico questa vittoria ad Herbert Stenger, apprezzato pilota, scomparso da circa due anni, che ha corso con questa vettura a cui ha dato il nome”-.
Secondo tempo in assoluto e di raggruppamento per il toscano della Bologna Squadra Corse Piero lottini, che grazie al secondo posto al volante della Osella PA 9/90 BMW ha pesantemente allungato in testa alla classifica tricolore. Terza piazza di categoria, con 5° tempo in assoluto e successo in classe A oltre 2000 per l’arrembante palermitano Angelo Diana al volante della incisiva BMW M3. Tra le biposto Sport Nazionale primato per il gentleman messinese Manlio Munafò sulla Lucchini Alfa Romeo da 3000 cc., autore dell’ottavo tempo generale.
Terzo tempo in ordine generale appena alle spalle di due Sportscar per il vincitore del 3° Raggruppamento Claudio La Franca, il driver palermitano che ha confermato la piena intesa con la Porsche 911 SC preparata dalla SPM, vettura di classe GTS oltre 2500 con cui il pilota ha condiviso numerosi successi. Seconda posizione, quarta nell’assoluta, per il rientrante Natale Mannino sempre audace sulla Porsche 911 SC di preparazione Guagliardo, anche se con gara compromessa da un testacoda con toccata sull’anteriore. Sul podio di gruppo anche il corleonese della Festina Lente Antonio Di Lorenzo, che con la sua Porsche 911 SC ha realizzato il 7° tempo assoluto, davanti alla gemella del pilota di casa Mauro Lombardo ed al primo delle Silhouette, il termitano Leonardo Cristadoro su Fiat X1/9, rispettivamente con il 9° e 10° tempo assoluto. Seconda posizione tra le silhouette per il trapanese di Bologna Salvatore Asta, alla sua prima gara completa del 2017 sulla rivisitata BMW 2002 in nuova versione.
Sesto tempo in ordine generale e vittoria meritata in 2° Raggruppamento per l’esperto palermitano della Island Motor Sport Raffaele Piccurro, molto tagliente in gara al volante della Porsche RS di classe GT preparata da Di Matteo -“Sono felice di questa affermazione su questo tracciato che amo particolarmente – ha dichiarato Picciurro – ho corso la mia prima Cefalù – Gibilmanna nel 1973 con una MINI Cooper”-. Seconda prestazione, pieno di punti tricolori e vittoria in classe GTS oltre 2500 per Matteo Adragna, il plaermitano della scuderia Etna protagonista del Campionato Italiano è stato molto incisivo con la Porsche 911 RS curata dal Team Balletti, con cui ha aggiustato alcuni particolari sul set up dopo le prove.
Un terzo tempo che va stretto al bravo Domenico Guagliardo, attardato in gara da qualche capriccio della Porsche 911, ancora in fase test.
Appena sotto al podio di categoria un convincente trapanese Alberto Santoro che in pieno feeling con l’Alfa Romeo GTAM portacolori Armanno Corse, ha vinto la classe TC2000, come l’alfiere Valdelsa Classic Ruggero Riva ha fatto il pieno di punti in classe T2000 sull’Alfa Romeo GTV. Successo in 1° Raggruppamento, con 11° tempo assoluto, per la giovane conferma locale di Collesano Pierluigi Fullone, portacolori Festina Lente, che ha portato la sempre incisiva BMW 2002 preparata in propio davanti a tutti con il tempo di 8’01”50, malgrado qualche noi elettrica in gara. Sul podio di una categoria che ha regalato molte vetture tutte da ammirare, anche il pilota di casa Giovanni Serio che con l’Alfa Romeo GTA con cui il portacolori della Scuderia del Portello è protagonista del tricolore pista, ha trovato un ottimo feeling con la sua cronoscalata, anche penalizzato da noie all’alimentazione dell’auto. Terza piazza per il sempre arrembante palermitano “Oiram” con l’ammirata Lancia Fulvia Sport Zagato di gruppo GTS, portacolori ASPAS. Ottimo bottino in 5° raggruppamento per Gina Colotto sulla Formula Abarth SE003, con cui la pilota ligure ha guadagnato importanti punti tricolori.
Ottimo sigillo in gara con il tempo di 7’14”36 tra le auto moderne, nella prova valida per il Campionato Siciliano Velocità Salita, lo ha imposto il nisseno Gaspare “Rino” Giancani sulla Elia Avrio, il portacolori del Motor Team Nisseno che risolti gli inconvenienti meccanici dopo le prove, ha portato il suo affondo nella salita di gara. Seconda posizione per il pilota di Termini Imerese della SGB Rally Antonino Rotolo che sulla Gloria CP8 ha chiuso a 7”23 dal leader, davanti al rallista madonita di Collesano, portacolori Bieffe Sport Filippo Vara, che è salito sul podio al volante della Renault Clio Super 1600.
Classifica di raggruppamento Cronoscalata del Santuario: 1° Raggr.: 1 Fullone (BMW 2002 TI) 8’01”50; 2 Serio (A.R. Giulia GTA) a 17”
45; 3 “Oiram” (Lancia Fulvia Sport Zagato) a 23”88. 2° Raggr.: 1 Picciurro (Porsche 911 RS) in 7’45”14; 2 Adragna (Porsche 911 SC) a 22”
89; 3 Guagliardo (Porsche 911 RS) a 25”68. 3° Raggr. 1 La Franca Porsche 911 SC) 7’22”72; 2 Mannino (Porsche 911 SC) a 18”18; 3 Di
Lorenzo (Porsche 911 SC) a 22”74. 4° Raggr.: 1 Barbaccia (Stebger BMW) in 7’00”94; 2 Lottini (Osella PA 9/90 BMW) a 7”49; 3 Diana (BMW
M3) a 41”52. 5° Raggr.: Colotto (F Abarth SE003) 8’43”90.
Auto Moderne: 1 Giancani (Elia Avrio) 7’14”36; 2 Rotolo (Gloria CP08) a 7”23; 3 Vara (Renault Clio S1600) a 17”28.
Classifica Raggruppamenti CIVSA: 1° Raggr.: 1 De Angelis 25 punti; 2 Nocentini 21; 3 Di Fazio 17 1 Lottini. 2° Raggr.: 1 Palmieri 28; 2
Motti 18; 3 Adragna, Bertelli e Maiolo 16; 3° Raggr.: 1 Peroni F. 35; 2 Campogiani e Vezzosi 18; 3 Gelsomini 17. 4° Raggr.: 1 Lottini 25; 2
Bonucci 17; 3 Zucchi 13. 5° Raggr.: 1 Colotto 20; 2 Peroni G. 19; 3 Rossi e Panfili 13.
Calendario del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche: 7-9 aprile Lago Montefiascone (VT); 22–23 aprile Camucia – Cortona
(AR); 6-7 maggio Scarperia – Giogo (FI); 20/21 maggio Trofeo Scarfiotti (MC); 3-4 giugno Cronoscalata del Santuario (PA); 17-18 giugno
Cronoscalata Storica dello Spino (AR); 23–25 giugno Coppa della Consuma (FI); 7-9 luglio Cesana – Sestriere (TO); 1-3 settembre
Limabetone Storica (PT); 22-24 settembre Chianti Classico (SI). <
FONTE: madonielive.com

03/06/17. Domani alle 9:30 la cronoscalata del Santuario
Prove concluse dopo la prima salita con i migliori riscontri di Barbaccia su Stenger, Lottini su Osella e Caristi su Fiat 128. Rotolo e Vara in prima fila tra le moderne.
Concluse con una sola salita e ricognizioni della Cronoscalata del Santuario, il 5° round del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, di cui la gara in manche unica scatterà alle 9.30 di domani, domenica 4 giugno.
La decisione di concludere le ricognizioni alla fine della prima salita, è stata presa dal Collegio dei Commissari Sportivi, visto il ritardo di quasi 2 ore col quale sono partite le prove a causa di un incendio in una campagna lungo il tracciato che ha reso necessario un prolungato intervento di Vigili del Fuoco, Forestale e Protezione Civile. Tutti i concorrenti che hanno preso il via delle ricognizioni sono ammessi alla gara.
Il miglior riscontro sugli 11,8 Km di tracciato che unisxe Cefalù al Santuario di Gibilmanna, lo ha ottenuto Ciro Barbaccia al volante della Stenger BMW di 4° Raggruppamento in 7’27?49. Sempre in 4° Raggruppamento secondo miglior riscontro per il pisano e leader tricolore Piero Lottini sulla Osella PA 9/90 BMW.
Ha prenotato un ruolo di primo piano in 3° Raggruppamento il messinese Salvatore Caristi sulla Fiat 128 in versione silhouette, con cui ha fatto registrare il terzo tempo in ordine generale. La sfida di vertice di categoria, si profila con le Porsche 911 di Antonio Di Lorenzo, Mauro Lombardo e Claudio La Franca. Ottime prove anche per Angelo Diana sulla BMW M3 di 4° Rggruppamento.
Domenico Guagliardo è stato il miglior interprete del percorso di 2° Raggruppamento con la Porsche 911, con la quale ha fatto registrare il 5° tempo in ordine assoluto. Pronti alla sfida per il podio anche Raffaele Picciurro e Giampiero Spinnato, entrambi sulle Porsche.
Per il 1° Raggruppamento in prova Antonio Piazza ha fatto la voce grossa, ma in gara sarà certo l’attacco del giovane Pierluigi Fullone, entrambi con le BMW 2002.
Tra le auto moderne svetta il tempo di 7’33?69 fatto registrare dal pilota di Termini Imerese Antonino Rotolo sulla Gloria CP08, la prototipo monoposto con motore motociclistico, ma si candidano alle posizioni di vertice anche il madonita di Collesano Filippo Vara al volante della Renault Clio Super 1600 ed il nisseno Rino Giacani sulla Elia Avrio, biposto spinta da motore motociclistico

31/05/17. Cefalù-Gibilmanna, 86 adesioni alla Cronoscalata del Santuario
Si sono chiuse a quota 86 le iscrizioni alla Cronoscalata del Santuario, la gara organizzata dal Comitato “I Normanni” di Cefalù unitamente all’Automobile Club Palermo, binomio che ha ottenuto anche il supporto della Regione Siciliana per l’edizione 2017. La competizione che assegnerà il 4° Memorial Salvatore Scicolone”, sarà quinto appuntamento del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, a coefficiente di moltiplicazione del punteggio aumentato ad 1,5, oltre che seconda prova stagionale del Campionato Siciliano Velocità Salita.
Molti i nomi che spiccano nell’elenco iscritti, dai protagonisti della massima serie tricolore delle salite per autostoriche, ai maggiori accreditati per la rincorsa alla serie regionale. Presente la ligure Gina Colotto con la Formula Abarth SE033, la portacolori della Bologna Squadra Corse in corsa per il 5° Raggruppamento. Tra le biposto di 4° raggruppamento il pisano leader tricolore Piero Lottini con l’Osella PA 9/90 BMW reduce dal successo di categoria alla Sarnano – Sassotetto, altro reduce da un successo in gara, alla Floriopoli – Cerda è anche l’esperto driver e preparatore palermitano Ciro Barbaccia, il portacolori ASPAS che rilancia la sfida con la Stengher BMW, mentre per la classe sport Nazionale sulle Lucchini ci saranno tra gli altri i gentleman Manlio Munafò e Gaetano Gioè. Tra le super car GTS del 3° Raggruppamento molti esperti protagonisti di vertice delle passate edizioni e delle salite siciliane, tutti sulle Porsche 911, come Natale Mannino, Antonio Di Lorenzo, portacolori Festina Lente; Claudio La Franca, Giovanni Filippone e Mauro Lombardo. In 2° Raggruppamento a caccia di punti tricolori ci sarà il palermitano della Scuderia Etna Matteo Adragna, mentre impegnato in una nuova gara test sulla Porsche 911 sarà il driver e preparatore Domenico Guagliardo, reduce dal successo a Cerda. Tra le vetture turismo tra le top car certamente la BMW M3 del palermitano Angelo Diana, la sempre incisiva BMW 2002 di 3° Raggruppamento con cui è protagonista nel tricolore il trapanese di Bologna Salvatore Asta, la Fiat X1/9 del pilota di Termini Imerese Leonardo Cristadoro, o la Fiat 128 del sempre protagonista messinese Salvatore Caristi.
In 1° Rggruppamento, affezionato al tracciato cefaludese, torna il fiorentino del Team Italia Tiberio Nocentini, che al volante della Chevron B19 cercherà l’allungo nell’Italiano, dopo l’inconveniente tecnico che lo ha fermato a Sarnano, allungo che avrà nel mirino anche il patron della Bologna Squadra Corse Francesco Amante in classe GTS oltre 2000 sulla ammirata Jaguar E Type. In arrivo dalle gare in circuito il pilota di casa alfiere della Scuderia del Portello Giovanni Serio sulla Giulia GTA, ma riflettori puntati sul giovane madonita di Collesano Pierluigi Fullone sempre pungente sulla BMW 2002.
Tra le auto moderne la Cefalù – Gibilmannna sarà terreno di caccia ai punti del Campionato Siciliano Salita, ma anche imperdibile appuntamento per i piloti locali. Pronti alla sfida di vertice il driver di Termini Imerese Antonino Rotolo sulla Gloria CP8, i nisseni Angelo Miccichè e Rino Giancani, rispettivamente sulla Gloria B5 e Elia Avrio spinte da motore motociclistico. Proprio Giancani è reduce dal podio a Cerda. Tra le auto turismo svettano i nomi di esperti driver come il pilota di casa Francesco D’Anna su Citroen C2 VTS ed il driver collesanese Filippo Vara su Renault Clio Super 1600.
Le verifiche si svolgeranno a partire da venerdì 2 giugno dalle 18 alle 20, ma proseguiranno anche nella mattinata di sabato 3, dalle 8.30 alle 12. Nel pomeriggio del sabato, dalle 13.30, le due manche di prove cronometrate, mentre la domenica la gara in salita unica, lungo gli 11,8 Km che dalle porte di Cefalù si arrampicano in modo vario e spettacolare fino al Santuario di Gibilmanna, con start alle 9.30. Un tracciato guidato e ricco di ogni caratteristica più cara agli scalatori, che offre panorami e paesaggi altamente suggestivi.
Tutte le info e gli aggiornamenti su www.cefalugibilmanna.it e www.acisport.it
Fonte: madonielive

17. 27/05/17. Nasce la "Scudeia Real Cefalù"
IL REAL CEFALÙ SEMPRE PIÙ POLISPORTIVA NASCE IL REPARTO CORSE.
Quando sei anni fa i soci fondatori sottoscrissero l'atto costitutivo denominando l'associazione “Polisportiva Real Cefalù” furono animati dalla voglia di provare a portare il nome di Cefalù sui vari scenari sportivi regionali e nazionali in quante più discipline possibili. E anche se le loro forze si sono concentrate sul calcio a 5, riuscendo in pieno a perseguire gli scopi societari, con gli strepitosi successi nei campionati di futsal, ma ancor di più con una scuola calcio sempre più solida e che ha come obiettivo primario la crescita educativo/sportiva delle giovani promesse cefaludesi, oggi un’altra tassello si aggiunge alle attività societarie. Dopo aver creato la sezione del tennis tavolo, con diversi successi in ambito regionale, nasce il Reparto Corse con l'iscrizione alla federazione automobilistica sportiva.
Ritorna così a Cefalù, dopo diversi anni, una scuderia con l'intento primario di supportare tutti quei piloti che abbiano il piacere di reggiare rappresentando Cefalù. La rinata passione automobilistica di questi ultimi tempi ha spinto un gruppo di “appazzionati” a chiedere al “Real Cefalù” di ottenere la licenza sportiva come scuderia . E la piena disponibilità dei dirigenti, fra tutti Stefano Castiglia, che da giovanissimo ha anche ottenuto lusinghieri risultati nel karting, Dario Di Paola e Giuseppe Fiduccia, ha fatto si che già dalla prossima Cronoscalata del Santuario, la mitica Cefalù-Gibilmanna, diversi partecipanti gareggeranno con i colori del Real Cefalù. Nei prossimi giorni è previsto un incontro con sportivi e appassionati per presentare i progetti ed accogliere tutti i suggerimenti utili a valorizzare sempre più i tanti cefaludesi amanti dell'automobilismo. Cefalù 27 Maggio 2017

25/05/17. Il 3 e 4 giugno la Cefalù-Gibilmanna, cronoscalata del Santuario

21/04/17. La 101^ Targa Florio Rally si ferma in segno di lutto
L’organizzazione ha deciso di annullare le gare del Campionato Italiano Rally, Campionato Italiano Rally Autostoriche e Campionato Regionale in seguito all’ incidente mortale sulla PS 3 La 101^ Targa Florio Rally Internazionale di Sicilia, terza prova del Campionato Italiano Rally, Campionato Italiano Rally Autostoriche e Campionato Regionale è stata annullata, in seguito all’incidente avvenuto sulla prova speciale numero 3 “Piano Battaglia 1”.
Il Presidente dell’AC Palermo Angelo Pizzuto, il Direttore di Gara Marco Cascino ed il medico di gara Davide Di Fabrizio, hanno riportato la sequenza di quanto accaduto nella conferenza stampa convocata presso la sala stampa.
Angelo Pizzuto Presidente Automobile Club Palermo: “IN segno di lutto e sensibilità verso le famiglie del Commissario di gara Giuseppe Laganà e del pilota Mauro Amendolia, tragicamente scomparsi oggi sul percorso di gara, l’Automobile Club di Palermo in accordo con i vertici della Federazione ha provveduto ad annullare la parte competitiva della 101^ Targa Florio, che consiste nel CIR, Historic Rally e Campionato Regionale. Il nostro pensiero va a Gemma Amendolia ed a tutta la Famiglia, così come ai familiari del commissario Giuseppe Laganà”
Marco Cascino, direttore di gara: “L’incidente è accaduto durante lo svolgimento della Prova Speciale n. 3 denominata “Piano Battaglia 1”, iniziata alle ore 10.59, come previsto sulla tabella dei tempi e delle distanze. Il concorrente n. 29 ha preso lo start effettivo della prova alle ore 11.28 rispettando la cadenza temporale prevista sia nella tabella dei tempi e delle distanze, sia nella tabella di marcia ad esso consegnata.
Dalle ore 11.37, la direzione di gara provvedeva a chiedere notizie a mezzo radio di sicurezza, dell’equipaggio N. 29, secondariamente all’analisi del sistema tracking system, che rilevava l’equipaggio in questione fermo lungo il percorso senza aver lanciato alcun segnale di SOS, ma fermo.
Tali informazioni venivano richieste alle postazioni dei commissari ubicate dall’intermedio n.1 in ordine crescente verso il controllo stop; dal Km 7 +500 fino al controllo stop compreso. Tali azioni di richiesta informazioni venivano poste in atto perché l’equipaggio n.29 non era transitato dalla postazione dei commissari n. 31, ubicata al Km. 9+630.
Con immediatezza si richiedeva a mezzo radio al controllo stop, situato al Km. 14+500 dallo start, di procedere a cura del Responsabile del controllo stop stesso, a fare richiesta agli equipaggi n. 30 e 32 di notizie sul concorrente n. 29 fermo lungo la Prova Speciale indicata. Si precisa che gli equipaggi n. 30 e n. 32 raggiungevano rispettivamente il controllo stop alle ore 11.44.19 e alle ore 11.46.48.
Il responsabile del controllo stop ci riferiva di avere appreso dai sopracitati equipaggi che il n. 29 si trovava ferma lungo il percorso oggetto di incidente senza alcuna esposizione del cartello SOS.
La Direzione di Gara avviava l’esposizione della bandiera rossa da tutti i posti di intermedio, della quale erano efficacemente dotati alle ore 11.49 arrestando la gara dei concorrenti n. 201 – 202- 203 – 204, che sono stati fermati nel corso dell’effettuazione della prova.
Con immediatezza e non appena controllato che il percorso fosse libero, la Direzione Gara avvalendosi del coordinamento sanitario del Medico Capo del servizio, Dott. Davide Di Fabrizio, inviava i soccorsi per la gestione dell’emergenza sanitaria e dell’incidente nella sua interezza, che giungevano sul posto rispettivamente, l’ambulanza di rianimazione con il medico rianimatore ubicata alla postazione intermedio 1 al Km. 7+500 alle ore 11.53; il team di decarcerazione/antincendio posizionato come da norma sportiva A.C.I. allo start Km. 0+000, giungeva successivamente ”.
Ha poi proseguito la cronologia dei fatti il dott. Davide Di Fabrizio.
Davide Di Fabrizio: “I sanitari si apprestavano con solerzia ad apportare soccorso alle persone coinvolte nell’incidente. Il quadro che a loro appariva era quello del coinvolgimento nell’incidente di tre persone rispettivamente, i due componenti dell’equipaggio e il commissario in servizio presso la postazione 30. I sanitari giunti sul posto non potevano fare altro che constatare il decesso del 1° conduttore Amendolia Mauro e del commissario di percorso Laganà Giuseppe e procedere all’estrinsecazione complessa del 2° conduttore Amendolia Gemma. La ragazza è sempre stata vigile e cosciente ed è stata trasportata all’Ospedale di Petralia Sottana, dove è stata sottoposta a TAC che ha escluso emorragie celebrali. C’era uno stato commotivo per cui si è preferito trasferirla presso la rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo, mettendola in coma farmacologico per ulteriore protezione”

21/04/17. Gravissimo incidente alla Targa. 2 morti, un pilota ed un commissario di gara
Tragedia alla Targa Florio. Due persone sono morte nella competizione automobilista in corso nel palermitano. Un commissario di gara ha perso la vita travolto da un'auto uscita fuori strada durante la prova speciale a Piano Battaglia.
Il pilota morto durante la Targa Florio si chiama Mauro Amendolia, messinese, 52 anni. E' rimasta ferita la figlia Gemma, 26 anni, navigatrice. Portata in ospedale a Petralia, sarebbe in gravi condizioni.
Il commissario di gara che ha perso la vita travolto dall'auto di Mendolia si chiamava invece Giuseppe Laganà. L'incidente si è verificato alle 12.30 a Isnello al km 10+500, in località Piano Torre. Sulla strada c'era un leggero strato di nevischio. Annullata la prova speciale Geraci-Castelbuono.

21/04/17. In corso la 101^ Targa Florio. In testa Scandola -D'Amore.
Dopo il bagno di folla dello start a Palermo, grande pubblico a Collesano per la PS Spettacolo.
Umberto Scandola e Guidano D'Amore balzano in testa alla 101^ Targa Florio grazie allo scratch nella PS1 “Città di Collesano 1”. Con il tempo di 1'51”9 l'equipaggio della Skoda Fabia R5 ufficiale ha vinto la prova d'apertura di giovedì notte disputata su un tracciato di 1,8 km ricavato nel centro della cittadina madonita, che ha ospitato migliaia di appassionati entusiasti e che nella corsa automobilistica più antica del mondo ha aperto le sfide del Campionato Italiano Rally e del Tricolore Rally storiche. Secondi ad appena 3 decimi sono Simone Campedelli e Pietro Elia Ometto sulla Ford Fiesta di Orange 1 Racing e BRC e terzi a 1”8 Paolo Andreucci e Anna Andreussi sulla 208 T16 di Peugeot Italia. Quarto e staccato di –1”9 dal leader il più veloce tra i siciliani Andrea Nucita con la Skoda Fabia R5 del Team Phoenix, mentre la top-5 Antonio Rusce su Ford Fiesta R5 a 4”4.
Classifica ufficiosa CIR dei primi 5 al termine della PS1: 1. Scandola-D'Amore (Skoda Fabia R5) in 1'51”9; 2. Campedelli-Ometto (Ford Fiesta R5) a 0”3; 3. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) a 1”8; 4. Nucita-Vozzo (Skoda Fabia R5) a 1”9; 5. Rusce-Farnocchia (Ford Fiesta R5) a 4”4.
Tra le storiche il tempo più veloce è di “Lucky” (2'01”8), in coppia con la navigatrice Fabrizia Pons. Primi inseguitori con 6”6 di ritardo sono
Marco Superti e Giacomo Giannone con la Porsche 911 SC. A 10”6 terzi provvisori Gandolfo Placa e Martio Alessi su Opel Ascona.

21/04/17. Grande spettacolo alla partenza della 101esima Targa Florio Classica
Non s'è fatta mancare nulla la prima giornata della 101esima edizione della Targa Florio. In termini sportivi e neppure in termini spettacolari.
Come sempre, l'evento, anzi il Grande Evento di AC Palermo e dell'Automobile Club d'Italia, che affianca gli organizzatori attraverso ACI Sport e ACI Storico, ha colorato, animato, emozionato il cuore degli appassionati siciliani.
Oggi i palermitani hanno dapprima vissuto l'evoluzione del Museo dei Motori e dei Meccanismi dell'Università, in "Casa" dell'automobilismo internazionale e poi hanno salutato i protagonisti della "Cursa" nel centro della Città Metropolitana, trasformato e diventato un tutt'uno con il Targa Florio Village, lo showroom ad uso e consumo per l'incontro del pubblico e dei piloti e dove Alfa Romeo, Abarth, Spillo e MaFra hanno allestito meeting point.
Prim'ancora, che gli attori della mitica competizione siciliana si trasferissero verso Giardini Naxos, quindi a Taormina da dove domani inizieranno le sfide cronometrate della prima tappa di gara e da dove partiranno i campioni Top Driver. Salutato da Nino Vaccarella, Giovanni Moceri, reuccio della "Targa" e vincitore delle edizioni 2015 e 2016, che con la Fiat 508 C del 1938 della Loro Piana Classic, s'è mosso prima del compagno di squadra e riferimento tra i pressostati Giuliano Canè, su Lancia Aprila del 1938; prima anche del conterraneo Angelo Accardo, specialista anch'egli sugli stacchi, affrontandoli con la Fiat 1100 103 E del 1957, ancor prima di Antonino Margiotta che punta al vertice con la Volvo Amazon 121 del 1958.
Tutti in gara, assieme agli altri cinquantotto e ai driver del Ferrari Tribute, per l'alloro nella prima prova del Campionato Italiano Grandi Eventi, la serie ACI Sport che ha portato una ventata di novità nella specialità della regolarità storica, ed ambita da molti. Schierata in gran parata è Alfa Romeo, presente con tanti equipaggi a bordo delle fantastiche vetture del Biscione di tutte le epoche ed anche personaggi come Beppe Fiorello, al via su una Alfa Romeo Giulia Sprint GTA insieme a Fabrizio Curci, responsabile del brand e di Alfa Romeo per la zona EMEA. Il noto volto della tv ha dichiarato: “E' un grande onore essere alla Targa Florio, è un evento pazzesco. la Targa Florio non è soltanto agonismo, è cultura e costume e vivere questa partenza ne dà piena dimostrazione. Questa gara offre l'opportunità di vedere auto importanti come la Giulia sulla quale è iscritto il mio nome e scoprire luoghi fantastici della nostra Sicilia. In bocca al lupo a tutti!”
Lo "squadrone Alfa Romeo è capitanato da Roberto Giolito, il responsabile del brand per la divisione Heritage e sempre più pilota alla Targa Florio a bordo di una Alfa Romeo Giulietta SZ del 1962, con Fabrizio Buonamassa Stigliani affermando che "Le occasioni contribuiscono alla creazione di legami solidi con il mondo delle auto d’epoca, gli appassionati, i collezionisti di settore di creare legami solidi attraverso anche un’offerta concreta di servizi. Oggi siamo una squadra totalmente dedicata a coltivare, valorizzare e a trasmettere il patrimonio rappresentato dalla storia e dall’identità dei marchi FCA."
La 101esima edizione della Targa Florio classica terminerà domenica 23, dopo tre intense giornate di sfide cronometrate sui pressostati disseminati lungo il tracciato. La prima giornata di gara, domani venerdì 21, sarà caratterizzata dall'intensa e appassionata sfida sui 261,80 chilometri del percorso, prevedendo i passaggi a Forza d’Agrò, Savoca, Roccalumera, Francavilla di Sicilia, Novara di Sicilia sosteranno all'Antica Stazione di Posta a Gliaca di Piraino, quindi riprenderanno la marcia verso Brolo, Capo d’Orlando, Santo Stefano di Camastra, Castel di Tusa, Finale di Pollina, e arriveranno per il fine tappa a Cefalù.

13/03/17. 1° Rally Cefalù Corse: Le FOTO dell'arrivo (il Podio) al lungomare di Cefalù

13/03/17. Rassegna Stampa: Automobilismo

13/03/17. IL VIDEO dell'arrivo del 1° Rally Cefalù Corse: il Podio

12/03/17. 1° Rally Cefalù Corse. Vince Beccaria - Castelli. Runfola fuori
FOTO e VIDEO Partenza

È un podio giovane a fare festa al primo emozionante Rally Corse di Cefalù. Fuori Runfola-Federighi, che hanno sfiorato una meritatissima vittoria, hanno vinto gli ennesi Michele Beccaria, al suo primo rally, e Michele Salvatore Castelli su Renault Clio R3C preparata dalla BR Sport, della scuderia Phoenix. Seconda piazza in rimonta per il palermitano dell’Island Motorsport Alessio Profeta, 21 anni, navigato dall’espertoMassimiliano Alduina sulla Renault Clio Super 1600 della Twister corse. Terza piazza per l’equipaggio della Sunbeam Motorsport palermitano di Castelbuono, formato da Giuseppe Mazzola e Francesco Bertola, anche loro sulla Renault New Clio R3C curata dalla LB Tecnorally.
I vincitori del rally sono stati pronti a balzare al comando quando sulla seconda prova speciale “Ferla” l’equipaggio Runfola - Federighi su Renault Clio R3, leader in quel momento e vincitore delle prime due prove, è stato costretto al ritiro per uscita di strada. Beccaria e Castelli hanno vinto le prove 4 e 6.
“Sono partito per fare esperienza: questo è il mio primo rally - ha dichiarato il pilota al traguardo - e volevo arrivare ma vincere è stato meraviglioso”. Profeta e Alduina hanno iniziato la rimonta da metà gara sulla loro Clio dopo aver aggiustato alcune regolazioni non ottimali per le prime due prove. Anche per Mazzola e Bertola si è trattato di una rimonta nella seconda parte di gara fino al 4° posto. Poi sull’ultima un nuovo colpo di scena ha spianato loro la strada verso il podio. Colpo di scena quando il giovanissimo kartista Salvatore Lo Cascio, dopo essersi imposto sulla PS 3 e 5, mentre difendeva una brillante seconda posizione con la Citroen Saxo, è uscito di strada.
A ridosso del podio assoluto ha chiuso la gara Luigi Bruccoleri, l’agrigentino del Team Project navigato dal cefaludese Filippo Saja sulla Renault Clio Super 1600, che ha ben rimontato dalle retrovie dove era scivolato per una errata pressione di pneumatici. Brillante quinta piazza in casa e al rientro per Vittorio Cassata e Giuseppe Lusco che con la Peugeot 106 hanno vinto la classe A6 e si sono aggiudicati il “Memorial Angelo Castiglia” indimenticato sportivo cefaludese prematuramente scomparso 25 anni fa.
Sesta piazza per gli agrigentini Giuseppe Fallea e Gaetano Perrera anche loro su Peugeot 106 che hanno lottato per la classe A6. Con la settima piazza assoluta il pilota di casa Salvatore Marino al suo rientro dopo 20 anni ha vinto la classe A7 con la Renault Clio Williams, navigato dall’ esperto nisseno Marcello Certisi.
Terzo tra gli under 25 Claudio Martorana si è classificato all’ottavo posto al volante della Renault Clio R3, con Simone Sottile alle note. Nono posto e successo in classe Ak10 per Antonino Provenza e Massimiliano Glorioso con la Peugeot 106 in versione Kit. Top ten completata dai vincitori di classe R2B Alessandro Scalia e Giovani Barbaro sulla Peugeot 208. A ridosso dei primi 10 ottimo successo di classe N2 per i cefaludesi Antonino Pizzo e Saro Ciolino su Citroen Saxo, con cui hanno preceduto il campione siciliano in carica Salvatore Farina su Peugeot 106.
Combattuto e selettivo anche il primo Historic Rally Cefalù Corse, con successo nel podio virtuale per i vincitori di tgerzo Raggruppamento “Red Devil” e Sergio Raccuja sulla Fiat X1/9, seguiti dai vincitori di secondo Raggruppamento Gianfilippo e Monia Quintino, papà e figlia sulla bella Alfa Romeo Alfetta GT.
Terzo tempo in assoluto ai vincitori di primo Raggruppamento Francesco Fontana e Anna Maria Pantorno sulla sempre energica Morris Mini Cooper S. Per il 4° Raggruppamento affermazione Francesco Rizzo e Davide Bellavia su Fiat Ritmo 130 TC.
La gara, partita alle 8.30, si è conclusa alle 16.30 nella splendida cornice del Lungomare di Cefaù.
“Cefalù è ancora al centro della scena sportiva - ha detto il Sindaco Rosario Lapunzina – ed è sempre pronta ad accogliere numerosi spettatori al seguito del rally. L’organizzazione ha dato prova di efficienza e competenza e merita certamente un elogio per questa edizione d’esordio”.
Dopo l’uscita di strada dell’equipaggio Runfola - Federighi, la direzione di gara ha accorciato di 1,1 km il terzo passaggio sulla prova speciale “ Ferla" per motivi di sicurezza.
CLASSIFICA DEI PRIMI 10 EQUIPAGGI
1. Beccaria - Castelli (Renault Clio R3C) in 23’53”0; 2 Profeta - Alduina (Renault Clio Super 1600) a 37”5; 3 Mazzola - Bertola (Renault Clio RS) a
57”3; 4 Bruccoleri - Saja (Renault Clio S1600) a 1’06”4; 5 Cassata - Lusco (Peugeot 106) a 1’11”5; 6 Fallea - Perrera (Peugeot 106) a 1’13”8; 7
Marino - Cerisi (Reanault Clio Williams) a 1’15”1; 8 Martorana - Sottile (Renaut Clio RS) a 1’23”8; 9 Provenza - Glorioso (Peugeot 106) a 1’42”4;
10 Scalia - Barbaro (peugeot 208 VTI) a 1’54”2.
FONTE: lavoceweb.com
Presto FOTO dell'arrivo

10/03/17. Si alza il sipario sul 1° Rally Cefalù Corse
Sabato 11 marzo ricognizioni e verifiche per i 71 equipaggi all'edizione d'esordio della gara indetta dalla Karting Triscina ed organizzata dalla Cefalù Corse. Verifiche nel pomeriggio. Start alle 8.30 di domenica 12 e traguardo alle 16.30 sul Lungomare cefaludese. Sei le PS
Il 1° Rally Cefalù Corse ed il 1° Historic Rally Cefalù Corse sono pronti ad entrare nel vivo. Domani sabato 11 marzo il primo atto per i 71 equipaggi iscritti al Rally Day indetto da A.S.D. Karting Triscina e organizzato della Cefalù Corse.
Tutto ruota intorno alla perla del Tirreno con la sua Cattedrale Normanna Patrimonio UNESCO, una gara che porterà lo spettacolo delle sue sfide su strade leggendarie nel modo dei rally, domenica 12 marzo.
L'edizione d'esordio della competizione palermitana, sabato 11 prevede le ricognizioni autorizzate nella mattinata di sabato 11 marzo, soltanto con vetture stradali e nel rigido rispetto delle norme del codice della strada, sotto il controllo degli Ufficiali di gara. Dalle 14.30 alle 19 si svolgeranno le verifiche sportive e tecniche presso l'Hotel "Al Pescatore" in Via dietro Castello. Lo start della gara è previsto alle 8.30 di domenica 12 marzo dal Lungomare Giardina di Cefalù, dove gli equipaggi faranno ritorno alle 16.30 per il traguardo finale. Sono sei i tratti cronometrati previsti, tre passaggi sulle due prove "Campella" da 5,2 Km e "Ferla" da 6,8 Km. Via Dietro Castello e Largo delle Polveriere saranno la sede dei riordini e due parchi assistenza. Previsti 36 Km cronometrati su 116,9 di percorso complessivo.
-"Si tratta dell'edizione d'esordio, vorremmo che tutto fosse già rodato ed ottimizzato, ma siamo consapevoli che il rodaggio nell'organizzazione di un rally è necessario e stiamo lavorando per andare incontro ad ogni esigenza degli equipaggi - ha spiegato Ciccio Giardina di Cefalù Corse - ci siamo affidati ad uno staff direzionale professionale, per cui saremo ben coordinati, ma certamente avremo tanto da imparare da questa prima edizione che sarà per noi un importante apprendistato. I numeri ci hanno gratificato se si tiene conto che si tratta di una prima edizione ed un'apertura stagionale, siamo grati a quanti ci hanno accordato fiducia"-.
L'elenco iscritti garantisce agonismo e sfide appassionanti. Ha lanciato la sfida nella gara di casa Marco Runfola, sulla Renault Clio di classe R3C, con la bella e competente Corinne Federighi, la toscana Campionessa Italiana Rally. Quattro le energiche Renault Clio Super 1600 in livrea 2 Gem, per il palermitano Riccardo Arceri navigato dal copilota di casa Marco Pollicino; l'agrigentino Luigi Bruccoleri, scalatore e rallista, che sarà coadiuvato da un conoscitore delle strade come Filippo Saja; il madonita Filippo Vara che avrà alle note il due volte tricolore Maurizio Messina; il giovane palermitano Alessio Profeta con Massimiliano Alduina. Il corleonese Matteo Vintaloro sarà sulla Mitsubishi EVO X, vettura per il palermitano Matteo Disclafani, mentre Mitsubishi Lancer per il palermitano Onofrio Buttitta. Nella gara di casa rientrano nomi noti come Vittorio Cassata e Santo Ilardo, sulle Peugeot 106, come in classe N2 oltre al Campione Siciliano, Salvatore Farina, sulla Peugeot 106, ci sarà anche l'equipaggio cefaludese Antonio Pizzo e Saro Ciolino.
Sono 13 gli equipaggi iscritti al 1° Historic rally Cefalù Corse. Tutte auto competitive e di grande interesse, ad iniziare dalla Porsche Carrera 911, l'Opel GT 1900 di Francesco Mannino, la Lancia Beta di 3° raggruppamento di Maurizio La Placa, la Lancia Fulvia di Leonardo Cristadoro o l'Alfetta GT di Gianfilippo Quintino, entrambe di 2° Raggruppamento.
FONTE: http://www.erregimedia.com

08/03/17. L'elenco degli iscritti del 1° Rally Cefalù Corse




07/03/17. Targa 2017: "Per il 22 aprile avevamo preso impegni per il Running Sicily"
Pubblichiamo un comunicato del Sindaco Lapunzina riguardante la location dell'arrivo della Targa Florio 2017:
Lo scorso anno, nella straordinaria ricorrenza del centenario della corsa più antica del mondo, abbiamo voluto rendere onore alla Targa Florio mettendo a disposizione, per l'arrivo e la premiazione, la splendida cornice di Piazza Duomo, ai piedi della maestosa Cattedrale, oggi patrimonio dell'Unesco.
Anche quest'anno avevamo manifestato la nostra disponibilità perché l'evento, inizialmente programmato nella giornata di domenica 23 aprile, si concludesse nella medesima location, così come, del resto, già riportava il calendario provvisorio della corsa.
Purtroppo, l'anticipazione a sabato 22 dell'arrivo, successivamente decisa dagli Organizzatori, ha fatto coincidere l'evento con il Running Sicily, la gara podistica che, per l'appunto, si svolgerà a Cefalù il 22 aprile prossimo, e per la quale avevamo già assunto precisi impegni, che non sarebbe stato corretto disdire.
Abbiamo, quindi, proposto che la cerimonia di arrivo della Targa si svolgesse, in alternativa, sul Lungomare, ma l'Organizzazione ha optato per la Piazza Verdi di Palermo.
Siamo dispiaciuti, al pari degli appassionati, che comunque potranno seguire la gara cronometrata lungo le strade del nostro territorio, che con la Targa creano un binomio inscindibile, e che sanno fin da adesso che l'appuntamento con la bandiera a scacchi è solo rimandato , perché è certo che la Targa non potrà che fare ritorno nell'inimitabile scenario di Piazza Duomo.

06/03/17. La Targa Florio 2017 non arriverà a Cefalù
Oggi su facebook nella pagina di Rosario Fertitta è uscita la notizia che la Targa Florio non avrà il suo arrivo nella Piazza Duomo di Cefalù come è successo l'anno scorso. Ecco il testo:
Quest’anno la Targa Florio, la mitica corsa creata da quel genio che fu Don Vincenzo, non ci onorerà della sua presenza quale location d’Arrivo.
Non è stata una scelta dell’Organizzazione AciSport o dell’ACI Palermo.
No, è stata una nostra scelta.
Una scelta dei nostri amministratori perché la Piazza Duomo è stata riservata ad altra manifestazione.
Io sono di parte perché amo lo Sport motoristico, ne sono un “praticante” e, quando lontano dall’abitacolo e dal sedile, lo seguo con la mia fida Nikon.
Abbiamo lottato, per anni, affinché Cefalù diventasse organica alla Storia della Targa.
E tra mille difficoltà e, a volte, polemiche eravamo riusciti nell’intento.
Grazie, soprattutto, alla lungimiranza ed all’impegno di Angelo Pizzuto, Presidente di ACI Palermo, che era riuscito ad esaudire il desiderio e la passione di un intero comprensorio madonita.
Adesso perdiamo questa grande occasione.
Una vetrina straordinaria dal punto di vista mediatico, un ritorno d’immagine bellissimo per la nostra Cefalù.
E invece si è scelto diversamente.
Quando ci ritroviamo ai margini dei circuiti che contano, basta solo porsi un paio di domande.
Le risposte sono semplicissime.
La notizia trova conferma da un intervento autorevole di Angelo Pizzuto, Presidente ACI Palermo:
"A decidere sono io in qualita' di organizzatore ed ho optato per piazza Massimo a Palermo dove, sia in partenza che in arrivo, ci sono sempre almeno diecimila persone ad attendere. E questo solo per l'indisponibilita' di Cefalu' che visto l'anticipazione al 22 aprile aveva altri impegni. Ma torneremo a Cefalu', l'unico posto che merita con Palermo in quanto a grande pubblico su arrivi e partenze."

22/02/17. Autostoriche in gara al 1° Rally Cefalù Corse
Sarà anche Historic l’edizione d’esordio della gara cefaludese dell’11 e 12 marzo dove ci saranno regolarmente al via le auto moderne insieme alle protagoniste degli anni passati
Cefalù (PA) 22 febbraio 2017. Il 1° Rally Cefalù Corse sarà anche 1° Historic Rally Cefalù Corse. Il Rally Day dell’11 e 12 marzo prossimi vedrà al via le auto moderne e le autostoriche nella sua edizione d’esordio voluta dal locale sodalizio Cefalù Corse.
La partecipazione delle auto storiche è stata garantita per tempo da ACI Sport, infatti, sin dal mese di gennaio gli organizzatori della A.S.D. Karting Triscina e della Cefalù Corse, hanno ricevuto conferme sulla completa validità della gara e delle sue fasi preliminari, poiché primo rally in calendario nel centro sud Italia, valido per le autostoriche.
L’organizzazione del 1° Rally Cefalù Corse, ha lavorato su quanto chiaramente espresso dalla Delegazione ACI Sport Sicilia, con l’iniziativa dell’apertura alle auto storiche da rally, alla partecipazione in tutte le gare del centro sud Italia, al fine di favorirne l’aumento dei partecipanti. L’iniziativa della Delegazione è stata discussa dalla Commissione Autostoriche, che a sua volta ha deciso di proporla alla Giunta Sportiva ACI già nella prossima convocazione di giovedì 23 febbraio.
La stessa Commissione Autostoriche ha previsto delle agevolazioni per gli organizzatori del centro sud d’Italia, annunciate per tempo, che saranno definitivamente ufficializzate nella prossima convocazione della Giunta Sportiva ACI. La Federazione ha voluto dunque, agevolare con varie azioni il lavoro di tutti gli organizzatori di rally in cui siano ammesse le autostoriche, stringendo i tempi in vista proprio della prima gara in calendario.
Le iscrizioni al 1° Rally Cefalù Corse continuano ad arrivare e nulla osta il proseguimento delle adesioni anche al 1° Historic Rally Cefalù Corse, a cui sarà possibile iscriversi fino a lunedì 6 marzo 2017.

21/02/17. Niente Storiche al 1° Rally Cefalù Corse
Al 1° Rally Cefalù Corse, che i disputerà a Cefalù l’undici e dodici marzo, non saranno presenti le storiche. Un decisione amara quella degli organizzatori presa per non penalizzare i possibili partecipanti.
Una decisione che lascia tanto amaro in bocca, quella presa dagli organizzatori del 1° Rally Cefalù Corse che si disputerà l’undici e dodici marzo prossimi. Purtroppo la lentezza burocratica della federazione ha costretto i ragazzi della Cefalù Corse ad annullare la partecipazione alla gara delle autostoriche.  Dopo aver ripetutamente cercato risposta in sede federale, per poter soddisfare le innumerevoli richieste di partecipazione dei piloti del settore delle autostoriche, non essendo, a pochi giorni dall’effettuazione della manifestazione, pervenuto il nulla osta che avrebbe consentito di avere le storiche al via, inserendo una nuova gara denominata 1° Rally Storico Cefalù Corse, gli organizzatori hanno amaramente deciso di gettare la spugna e proseguire soltanto con l’allestimento della gara riservata alle vetture moderne che si disputerà a Cefalù in versione Rally Day nelle date precedentemente indicate. “Siamo costernati ma non potremo avere le storiche al via – ha detto il presidente del comitato organizzatore – attendere ancora ci avrebbe portato a sciogliere il nodo a ridosso dell’effettuazione della manifestazione e poiché a noi piace fare le cose bene, avremmo rischiato di fare un buco nell’acqua e infine non avremmo consentito agli equipaggi di pianificare bene la loro partecipazione alla gara. Il nostro è solo un arrivederci perché non demordiamo. Resta invece tutto comfermato per il rally day dove auspichiamo di fare il pienone di iscritti”

09/02/17. Aperte le iscrizioni alla prima edizione del Rally Cefalù Corse, manifestazione che si svolgerà, a Cefalù l'11 e 12 marzo prossimi. La gara, organizzata dall'Asd Karting Club Triscina in collaborazione con la Cefalù Corse, attribuirà il memorial Angelo Castiglia.
Si sono aperte Lunedì 6 febbraio, le iscrizioni alla prima edizione del Rally Cefalù Corse. La gara, che si svolgerà in formula Rally Day, farà base nella cittadina normanna e si disputerà sulle strade della provincia palermitana l'11 e 12 marzo prossimi. Due le giornate in cui si svolgerà la manifestazione, organizzata dall'Asd Karting Club Triscina in collaborazione con la Cefalù Corse e che attribuirà il memorial Angelo Castiglia. Due le prove speciali in cartello, che si disputeranno tre volte: la “Campella” e la “Ferla”. Due tratti cronometrati che hanno contribuito a scrivere pagine della storia del rallismo internazionale, entrambe le prove, infatti, facevano parte del percorso del Rally internazionale di Sicilia, divenuto poi Targa Florio. Complessivamente il tracciato della gara sarà lungo circa 116 chilometri, dei quali 36 saranno cronometrati. La cittadina turistica di Cefalù, entrata a far parte del circuito Unesco, sarà il polo dell'intera manifestazione e ospiterà i riordini, il parco assistenza le verifiche sportive e tecniche e, presso il suo Lungomare, le cerimonie di partenza e arrivo. Gli organizzatori intanto attendono una risposta dalla federazione per poter accettare al via anche le autostoriche. Particolare attenzione verrà data al discorso sicurezza. Sul percorso, coordinati dal direttore di gara Marco Cascino, saranno impiegati oltre 80 commissari dell'Automobile Club. Maggiori informazioni sulla manifestazione potranno aversi consultando il sito: www.cefalucorse.it

17/01/17. Il prossimo 11-12 marzo il 1° Rally Cefalù Corse - Memorial Angelo Castiglia
La Scuderia Cefalù Corse ha organizzato il 1° rally Cefalù Corse che si svolgerà nei giorni 11 e 12 marzo 2017.
Le prove speciali saranno 2 (vedi la cartina del percorso) e dovranno essere ripetute per tre volte, Ps Ferla di 6,9km
e Ps Campella di 5,2km.
Il 1° Memorial Angelo Castiglia verrà attribuito al primo conduttore, nato o residente a Cefalù, che, al termine
della gara, risulterà meglio piazzato in classifica generale.



 
Torna ai contenuti | Torna al menu